Le affissioni abusive dei “Giardini in festa”

“Giardini in festa” è una manifestazione tra il commerciale e il culturale – cibo di strada, birra, musica – che si terrà al Parco Falcone-Borsellino di Latina dall’8 al 10 settembre 2017 (ma loro scrivono solo “giardinetti”: si vede che ancora non hanno registrato il nuovo nome…).

Credo in virtù di questa dimensione cultural-musicale, hanno ottenuto il patrocinio del Comune di Latina. Il punto è: ma com’è possibile che abbiano tappezzato la città di MANIFESTI SFACCIATAMENTE ABUSIVI? Manifesti sfacciatamente abusivi che recano in bella vista il simbolo del Comune di Latina?

Mi chiedo: non sarebbe il caso di: primo, fargli una multa COLOSSALE; secondo, revocargli il patrocinio seduta stante; terzo, valutare l’opportunità – se formalmente possibile – di revocare l’autorizzazione a svolgere questa manifestazione. Pugno duro, contro l’illegalità!

Qui sotto, vari esempi di queste affissioni abusive in varie zone della città (centrali e non)…

Precedente Sei di Latina se è colpa di Coletta Successivo La risposta dei "Giardini in festa"

7 commenti su “Le affissioni abusive dei “Giardini in festa”

  1. Giardininfesta il said:

    Caro giornalista,capisco la tua voglia di scrivere ma per 10 locandine affisse male hai creato una tragedia,almeno potevi documentarmi all”inpa visto che è tutto pagato e le affissioni non sono abusive.
    Ti capisco perché quando si scrive senza nemmeno documentarsi accade questo ma purtroppo le cazzata lasciano il tempo che trovano.
    Buona giornata

    • Giuseppe Mancini il said:

      le affissioni a casaccio su qualunque muro della città NON sono abusive 😀 ???

    • Enrico il said:

      Le affissioni sulle cabine telefoniche, sul box per gli idranti, sui muri dei condomini (dove c’è anche scritto che l’affissione è vietata…) sono TUTTE illegali. Il pagamento all’INPA serve per essere autorizzati all’affissione nei posti autorizzati, ovvero nelle bacheche o nelle zone private che espongono verso il pubblico (ad esempio, all’interno della vetrina di un negozio verso fuori).
      In nessun caso un manifesto attaccato fuori posto (vedi le foto di cui sopra) è lecito. Inoltre, 10 locandine per ogni persona che organizza un evento sono una montagna di immondizia attaccata dovunque. Bisogna rispettare tutte le regole, ogni volta.
      Saluti

  2. Giardininfesta il said:

    Si i ragazzi hanno sbagliato,vogliamo frustarli???per 10 locandine???te lo ripeto noi cerchiamo sempre di creare evento per la nostra città,invece per te è semplice,parli male di tutto e tutti,ma cosa fai te per migliorare la nostra città??,hai mai fatto eventi??,lascia stare la risposta già la sappiamo.anche noi ragazzi che organizzano giardini in festa siamo per la tolleranza Zero!!!ma nei confronti di gente come te

    • Enrico il said:

      Nessuno vuole frustare nessuno. Personalmente ritengo che sia necessario fare le dovute multe e prendere i dovuti provvedimenti. Come prevede la legge.

      Ho organizzato feste in passato. E l’ho sempre fatto nella legalità, al 100%. Per anni ho anche partecipato all’organizzazione di manifestazioni, di azioni dimostrative e di campagne d’informazione, in special modo nei quartieri Q4-Q5.

      Il fatto di tentare di organizzare qualcosa (in una città con tanti problemi) non vi esula dal seguire le leggi vigenti.

      Voi cosa avete fatto per il decoro di questa città? Per la pulizia di questa città? Per quanto ne so, avete attaccato almeno 10 manifesti in modo illegale, esattamente come tutti. Qual è il miglioramento?

  3. Tizio di passaggio il said:

    No! mi dispiace ma scaricare la colpa sui “ragazzi che sbagliano” che sbagliano è il tipico sintomo di irresponsabilità ed immaturità. Se si chiamano a servizio volontari per l’affissione delle locandine la responsabilità del danno è SEMPRE ANCHE di chi l ha commissionata in tutta fretta senza porsi delle domande fondamentali. L’organizzazione di un evento nel proprio territorio presuppone la volontà di far qualche cosa di costruttivo per la comunità. Ciò vuol dire che si affrontano tutti gli aspetti con responsabilità prima durante e dopo. Inoltre spero che lo scrittore del post abbia fatto la segnalazione ove non è necessario revocare il patrocinio ma sempicemente sanzionare ogni singola locandina fuori posto evitando una caduta d’immagine anche alla città. La legge è fatta per esser rispettata e per far rispettare evitando che qualcuno faccia giustizie sommarie (non mi riferisco all atto di denuncia del blog).

  4. L’EVENTO SI PUO’ CREARE NELLA LEGALITA’ . BASTA RAGIONARE ALL’ITALIANA ” PER 10 LOCANDINE” 1 O 100 SE SONO ABUSIVE LO SONO E BASTA NON CI SONO GIUSTIFICAZIONI .1 COME LE AVETE MESSE ANDATELE A TOGLIERE TANTO SONO SOLO DIECI 2 CHIEDETE SCUSA

I commenti sono chiusi.